Posts Tagged ‘Sergio Romano’

Milton Friedman e l’inflazione negli anni Ottanta

9 January 2011

Questa lettera era per il Corriere della Sera, la posto qui.

“Egregio dott. Romano,

Vorrei fare un’osservazione riguardo alla citazione su Milton Friedman di Marco Sabelli a pag. 26 del Corriereconomia del 25/10/10. Se l’offerta di moneta è 1.000 ma la percentuale di moneta detenuta dalla popolazione è il 50%, in termini d’inflazione è la stessa cosa che se l’offerta è 2.000, il doppio, ma la quantità di moneta detenuta dalla popolazione in termini percentuali è la metà, il 25%. L’osservazione è simile a quelle fatte dalle teorie di Joseph Stiglitz e dalla teoria quantitativa della moneta della Scuola economica di Cambridge.

Ciò che aumenta di fatto in questo caso è la quantità di moneta disponibile per fare operazioni finanziarie (piuttosto che investimenti nel periodo considerato da Sabelli), cioè in pratica acquistare azioni p. es., con “l’inflazione di cose come il prezzo delle azioni” ovvero bolle speculative.

Il quindicennio ’80-’95 è stato caratterizzato da grossi trasferimenti di moneta da parte degli Stati tramite il settore dello Stato sociale alla popolazione, per inciso a carico del debito pubblico, non bilanciato dalle entrate.

Vorrei infine notare che il 45% della ricchezza italiana è detenuto dal 10% della popolazione.”

Sabelli osservava che ad alta inflazione nel periodo ’80-’95 non corrispondeva un equivalente aumento dell’offerta di moneta, contrariamente alle teorie di Friedman.

Advertisements

Milton Friedman and the inflation during Eighties

2 January 2011

This letter was for the Italian newspaper Corriere della Sera, I post it here translated.

“Dear dr. Romano,

I would make an observation about the mention of Milton Friedman by Marco Sabelli in pg. 26 of “Corriereconomia” of 10/25/10. If the money supply is 1,000 but the percentage in possession of people is 50%, in terms of inflation that is the same of a supply of 2,000, the double, but with money quantity in possession of people the half percentage, 25%. This observation is like the ones made by Joseph Stiglitz‘s theories and Quantity theory of money by the Cambridge school of economics.

What grows actually in that case is the quantity of money available for financial operations (rather than for investments during the period taken in consideration by Sabelli), i.e. practically buying shares for example, with “the inflations of things like the shares prices” i.e. stock market bubbles.

The fifteen years period ’80-’95 was characterised by big transfers of money from States by their Welfare sector to people, by the way at expenses of the government debt, not balanced by revenues.

I would finally point that 45% of Italian resources is in possession of 10% of the populace.”

Sabelli observed that with a high inflation during the period ’80-’95 there was not an equivalent growth of money supply, in contrast with Friedman’s theories.